Oltre 70 anni di esperienza nell'organizzazione di vendite straordinarie Numero Verde 800.500.565

Sei in blog

Oggi vince chi sa comunicare meglio

Oggi vince chi è in grado di mantenere un rapporto continuativo e costante con la propria clientela target.

Ma in che modo?

Non sto parlando di quanto tu o il tuo personale siate cortesi e sorridenti nel momento in cui il cliente è all’interno dell’attività, certo è senza dubbio un valore di base che deve essere sempre presente, ma parto dal presupposto che già siano dei connotati incarnati per chi si rivolge al pubblico.

Sto parlando invece di un modello di comunicazione da adottare e in grado di mantenere l’attenzione del cliente laddove questo stia svolgendo le proprie routine quotidiane e magari non necessariamente ti abbia in mente.

Creare una comunicazione sottile e ben orientata a trasmettere contenuti che lo coinvolgano, che lo interessino e che lo appassionino.

Contenuti originali che non si limitino ad utilizzare ad esempio i canali social network per pubblicare esclusivamente la foto dell’ultimo arrivo o la vetrina espositiva appena creata.

 

Vuoi aumentare le vendite nel tuo negozio?CONTATTACI!

 

I canali social sono uno strumento potentissimo, e come ogni strumento è imperativo conoscerne le dinamiche e i metodi di utilizzo.

Per comunicare coerentemente è necessario rivolgersi sempre alla propria nicchia di utenza a cui va stimolata la domanda latente, va creata ovvero la necessità o il desiderio ardente di possedere quel determinato prodotto o servizio.

Conoscere il proprio cliente target è indispensabile perché ti consentirà di andare a creare un palinsesto comunicativo in linea con i suoi interessi.

Se non conosciamo il nostro target ogni comunicazione che partirà sarà senza un orientamento e pertanto eventuali risultati saranno attribuibili unicamente al caso.

 

La fase in cui i social network venivano utilizzati per postare foto del proprio prodotto o immagini patinate dei brand trattati è un modo limitativo dell’utilizzo di tali canali.

Mi capita spessissimo in altri casi di vedere una profusione di energie nel fare lo scatto migliore, studiare in ogni modo come creare ingaggio nei confronti del proprio pubblico, creare testi descrittivi che magari delineano in modo accurato ed interessante i tratti del prodotto per poi pubblicarlo senza investire alcun denaro per dargli visibilità.

I social network vanno identificati come dei veri e propri canali a pagamento.

In quanto Facebook ha ridotto lo spazio di visibilità organica a circa al 3%.

Per copertura organica si intende la percentuale di persone che vedranno il tuo post senza che tu abbia attivato le inserzioni a pagamento.
Ovvero per ogni 100 persone che hanno messo il Like sulla tua pagina Facebook, solo 3 vedranno quello che pubblichi.

Pubblicare contenuti, dedicare tempo per renderli stimolanti per poi non far seguire il passo successivo di sponsorizzazione è come possedere una bella macchina parcheggiata in garage senza benzina.

 

Da tenere a mente che viviamo in un periodo in cui l’utente medio è sovraesposto ad un bombardamento mediatico in cui il tempo di attenzione che viene dedicato a spot e messaggi pubblicitari di varia natura si abbassa di anno in anno sempre di più.

Nel terreno di gioco esistono numerosissimi player che hanno come scopo principale delle proprie campagne marketing il catturare l’attenzione del potenziale cliente e mantenerla rivolta a sé il più possibile.

Sms che arrivano direttamente sul proprio smartphone, App scaricate che inviano informazioni legate ad un determinato prodotto magari cercato in precedenza, ritarghettizzando ed effettuando un’offerta mirata, magari a tempo limitato sul determinato prodotto cercato, poi mail marketing, cartelloni pubblicitari che inneggiano a gran voce marchi e relative opportunità di acquisto e via a seguire.

 

È sempre più una guerra a vincere quel secondo in più di attenzione in grado di stimolare l’interesse del consumatore e fargli compiere quella determinata azione.

Che possa essere il recarsi presso il punto vendita così da godere di una particolare opportunità di acquisto, o semplicemente fare un click per procedere con l’acquisto.

 

Capisci come essendoci numerosi player che entrano in campo con azioni massive e strategie ben definite, l’idea del gestire il proprio negozio sistemando la vetrina sperando che qualcuno entri per acquistare rappresenta un metodo estremante debole per creare cassa rispetto alle strategie raffinate che si possono utilizzare oggi.

In un’arena del genere reiterare le stesse azioni che si svolgevano 10 o 15 anni fa è come perdere il giorno dietro ad attività che sul piano strategico non possiedono alcun valore, bruciando tempo e risorse, portando nel tempo a un sensibile detrimento le casse della propria attività.

 

Vuoi aumentare le vendite nel tuo negozio?CONTATTACI!

 

Ora puoi pensare che sono troppo forte, che probabilmente non è così, prima o poi tutto si stabilizzerà, si tratta solo di un momento passeggero.

Beh, sappi che se sono diretto è perché sono stanco di leggere sul volto di negozianti lo sconforto, l’avvilimento, l’angoscia del non riuscire ad avere un’attività che sia sostenibile, un business in grado di produrre fatturato e utili tanto da pagare i costi e creare quella ricchezza per sé e per la propria famiglia che li faceva vivere senza tutti questi pensieri oppressivi tanto da tenerli svegli la notte.

Non ci sarà il Governo che ti aiuterà, non torneranno i tempi aurei degli anni ‘80, da domani non incomincerà a tornare quella clientela fidelizzata di cui ti domandi ogni giorno che fine abbia fatto.

Siamo interamente immersi nella terza rivoluzione industriale, che ad oggi viene definita La Rivoluzione Digitale.

Il digitale è inarrestabile, Non Ti Attende.

Non gli importa di trovarti pronto o impreparato, chi sarà stato in grado di mettere delle forti radici e gettare delle sane fondamenta prospererà, a differenza di chi verrà spazzato via con la consapevolezza che sperare che qualche cosa cambi, in effetti, non era la corretta strategia.

 

Quindi in estrema sintesi,

- COMUNICARE IN MODO PERSISTENTE

- CREARE INGAGGIO NEL TUO PUBBLICO IN TARGET

- STIMOLARE IL SUO INTERESSE

- SPINGERLO A COMPIERE AZIONI

- E INFINE INTRATTENERE L’INTERESSE DEL TUO CONSUMATORE LADDOVE QUESTO NON È PRESENTE IN STORE

 

Il mio consiglio è di non demordere, nell’essere persistenti, in quanto la maggior parte dei retailer abbandonano i canali social ad esempio perché si è lavorato sulle piattaforme in un modo non professionale e incostante.

Non concedendo il giusto tempo, abbandonando precocemente la comunicazione perché non si è visto un immediato riscontro in termini di incassi e visite da parte della clientela.

Il segreto è farlo sempre, in modo costante, comunicare non significa vendere ma significa instaurare un rapporto.

Solo e soltanto così sarai in grado di coinvolgere il tuo pubblico, farlo interagire, instaurando un dialogo che si tradurrà poi al momento in cui ne avrà bisogno alla vendita del tuo prodotto.

Sottolineo inoltre che nel momento in cui inizi a comunicare non tutti sono pronti ad acquistare, il tuo obiettivo sarà quello di accendere l’interesse verso il tuo prodotto e mantenere attiva l’attenzione del tuo pubblico nei tuoi riguardi.

 

Precedente Come diventare un’autorità per il tuo cliente
Successivo Come aumentare le vendite nel tuo negozio
Stampa
Richiedi il nuovo Special Report di Fabrizio Ascoli
SPECIAL REPORT: 7 ERRORI FATALI CHE UCCIDONO LA TUA SVENDITA.

"7 ERRORI FATALI CHE UCCIDONO LA TUA SVENDITA."

Lo Voglio!
Sei stanco di veder diminuire gli incassi del tuo negozio??

SCOPRI SE LA TUA ATTIVITA' POSSIEDE I REQUISITI NECESSARI PER AUMENTARE LE VENDITE GRAZIE AL "METODO FABRIZIO ASCOLI"

Quest'opportunità sarà accessibile solo per un breve periodo di tempo o fino a quando non saturerò il calendario che ho predestinato a questa iniziativa.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA GRATUITA!